Crea sito

Alpe di Poti 828 m


Questa salita situata nei pressi di Arezzo é assurta a notorietà a seguito del passaggio del Giro d'Italia 2016 in occasione della tappa Foligno Arezzo, essa, come noto, presenta un tratto sterrato di 6,4 che da' l'opportunità al ciclista di calarsi nel ciclismo della prima metà del secolo scorso dovendo procedere preferibilmente in sella per avere più grip e in compagnia della polvere ... a seconda degli autoveicoli che percorrono la strada.
Io l'ho scalata esattamente una settimana dopo il passaggio del Giro, le condizioni dello sterrato erano decisamente buone, percorribile senza problemi in BDC, ovviamente é possibile che in seguito a piogge e al traffico queste peggiorino, bisognerà informarsi al riguardo ed eventualmente scegliere una MTB per evitare problemi, la sede stradale è sta allargata, ma è solo in parte protetta dalla vegetazione per cui in estate potrebbe farsi sentire il caldo.
Dalla parte nord di Arezzo si imbocca la rettilinea via Buonconte da Montefeltro e dopo un paio di km circa si arriva all'incrocio con via Fontebranda per San Poto e Alpe di Posti, dapprima la strada sale leggermente poi si comincia a salire in prossimità di un quadrivio ( km 0,5 - 308 m),si lascia a destra la parrocchiale, si prosegue fino a quando la strada entra nel bosco la pendenza sale e in breve si giunge all'inizio del tratto sterrato (km 2,0 - 447 m) la pendenza supera il 10 % é necessario rimanere sulla sella per evitare slittamenti della ruota posteriore, la pendenza diminuisce e si arriva ad un primo tratto di falsopiano ( km 3,5 - 600m) d.
Dopo una curva a sinistra (km 4,7 ) la strada riprende a salire, ogni tanto si aprono scorci panoramici sia verso nord che verso Arezzo, si arriva infine all'ultimo km (7,2 - 776 m)caratterizzato da brevi rampe e tratti più facili, l'ultima breve rampa é alquanto dura fino a incrociare l'asfaltata proveniente da foce Scopetone, qui era collocato il GPM (km 8,3 - 828 m).
Qui si può scegliere se scendere immediatamente ad Arezzo via foce di Scopetone o proseguire verso l'Alpe di Poti ove la strada termina a quota 962 in prossimità di antenne televesive, anche questo tratto é in gran parte sterrato, ma in condizioni peggiori rispetto al precedente, percorribile con cautela in discesa ma io, come si evince da altre scalate presenti in questo sito, non disdegno lo sterrato soprattutto quando vi é l'opportunità di raggiungere una cima.

Galleria Foto





Ingrandisci la mappa