Crea sito

Col Izoard 2361 m

Scalare il col d'Izoard non può che riempire di emozione, su questa salita leggendaria tutti i più grandi campioni hanno compiuto imprese che sono entrate nella storia del ciclismo; il Tour de France, a partire dal 1922, lo ha affrontato 33volte mentre il Giro 6 volte a partire dalla famosa Cuneo - Pinerolo del 1949, dominata da Fausto Coppi. Il versante classico é quello di Arvieux sia perché é il più impegnativo, sia perché da questa parte l'Izoard veniva affrontato come l'ultimo colle prima di Briancon ; dal versante opposto é stato affrontato meno volte ed essendo il primo colle non ha mai inciso più di tanto sull'andamento della corsa. In ogni modo i più grandi campioni hanno messo il loro sigillo su questa salita da Coppi a Bartali a Bobet a Pantani e tanti altri.
Pecorrendo la D902 da Guillestre la salita inizia in prossimità di un monumento (1266m), si comincia a salire percorrendo alcuni tornanti , la difficoltù non é eccessiva e dopo circa 1,6km ( 1347m ) si arriva a un bivio e si abbandona la valle del Queyras per proseguire verso Arvieux km 5,3 (1544m), fino a questo punto la salita é nel complesso agevole, ma il peggio deve ancora venire, infatti per raggiungere le Chalp km 7,1a (1702m ) si percorrono quasi 2km al 9%, poi la strada prosegue in lieve salite fino a Brunissard km 8,3 (1771m).
Superato il paese la strada si restringe e la pendenza diventa decisamente impegnativa, infatti supera l'8% per 5 km, si sale a tornanti senza un attimo di respiro fino a quando si raggiunge la Casse Deserte km 13,3 (2198m), in mezzo a un ambiente lunare di grande suggestione si scende brevemente ( 2180m ),si passa davanti alla stele che ricorda i grandi campioni Coppi, Bobet per poi affrontare gli ultimi 2,5 km di salita.
La salita é molto impegnativa soprattutto se non é la prima della giornata come é capitato al sottoscritto che giù avevo scalato il Vars.

Dal versante di Briancon la salita inizia da quota 1213m, si inizia a salire in modo agevole per vari km, anche con qualche tratto in falsopiano o in discesa fino ad paese di Cervieres 1609m, si supera il paese con un ampio tornante, quindi si arriva al paesino di le Laus qui la pendenza cambia decisamente (8-9% ) e sarà così fino in cima . Si sale in mezzo ad un bosco di larici fino quasi in cima in uno scenario completamente diverso rispetto al versante sud, la strada é ampia e alcuni tornanti addolciscono la pendenza, si passa davanti al refuge Napoleon e quindi in breve si arriva al colle.
Questo versante é meno impegnativo di quello di Guillestre, ma non é da sottovalutare ed entrambi richiedono un adeguato allenamento. Al valico é stato allestito un piccolo museo del ciclismo con pannelli sui vari campioni che con le loro imprese hanno illustrato la storia di questo colle.






Ingrandisci la mappa

Route 2.898.530 - powered by www.bikemap.net